carlacantore.com logo

Matera: memoria, identità e futuro. Mostra collettiva

60911911_10219211022569547_2935784191775735808_o.jpg60503287_2202028596578346_19742671874555904_n.jpg60809346_10219210980928506_8908515388908634112_o.jpg60847723_10219210981048509_6939221726337171456_o.jpg60905029_10219210982008533_9214891469310001152_o.jpg61024496_10219210980848504_60844113032904704_o.jpg60549160_10219210982608548_8127030511555051520_o.jpg61218885_10219210983848579_8965464228597071872_o.jpg

“Matera: memoria, identità e futuro” realizzata dallo Studio Arti Visive del prof. Franco Di Pede.
Nella Capitale Europea della Cultura 2019 bulgara, all'interno della galleria Resonance di Antonia Dimitrova, dal 20 maggio fino al prossimo 31 maggio 2019 rimarranno esposte le opere di 50 artisti materani e lucani per nascita o per adozione, opere realizzate con i più diffusi linguaggi espressivi propri delle arti visive (pittura, incisione, fumetto, architettura,
fotografia, poesia, letteratura, musica, video, folklore).
Attraverso le loro opere e con i diversi linguaggi espressivi adoperati si sviluppa un racconto articolato, a più voci, che coniuga memoria con “suggestioni” visive di un futuro ancora non scritto, nella convinzione che il futuro per una città come Matera non può non avere il sapore del ritorno, le sembianze dell’archetipo, il sentimento della “riflessività”, se è vero che ogni luogo reca sempre e comunque in sé ciò che vuole essere e ciò che vuole divenire.
La mostra è accompagnata dal testo critico di Mariadelaide Cuozzo docente dell’Università degli Studi della Basilicata.
Il progetto ha coinvolto direttamente gli artisti Luigi Acito con Renato Lamacchia e Lorenzo Rota, Irene Albano, Carla Cantore, Antonella Capolupo, Nicola Capone, Kamil Cardone, Dario Carmentano, Daniela Cataldi, Vania Cauzillo, Luca Colacicco, Antonio Conte con Roberto Biasi e Margherita Tricarico, Enzo De Filpo, Giovanni Dell’Acqua, Antonello Di Gennaro, Domenico Dimichino, Franco Di Pede, Enzo Epifania, Nino Epifania, Rocco Falciano, Giuseppe Filardi, Nino Fortunato, Rocco Giove, Luigi Guerricchio, Pietro L’Annunziata, Pino Lauria, Cosimo Lerose, Donato Linzalata, Roberto Linzalone, Oreste Lo Pomo, Felice Lovisco, Massimo Lovisco, Vittorio Manno, Francesco Marano, Mauro Masi, Giuseppe Miriello, Giuseppe Mitarotonda, Michele Morelli, Rocco Natale, Antonio Notarangelo, Pino Oliva, Giulio Orioli, Monica Palumbo, Nicola Pavese, Francesco Pentasuglia, Angelo Rizzelli, Marta Salonna con Maria Emanuela Antonicelli-Damiano Di Pede-Roberta Gioia, Pasquale Santoro, Angelo Sarra, Mariano Silletti, Michele Spera, Angelo Stagno con Daniele Mirimao, Pietro Paolo Tarasco, Nino Tricarico, Domenico Verrascina, Augusto Viggiano, Enzo Viti, Teresa Lupo.

DIARIO DI VITA

0.jpg

Appunti di un viaggio esistenziale tramite fotografia e scrittura per raccontarsi e ri-vedersi.

Inizio laboratorio fine aprile 2019.

Iscrizione entro domenica 21 aprile 2019.

Gli incontri saranno settimanali di circa due ore per un numero totale di sei.

Il percorso sarà suddiviso in due parti:
• Il Diario di Vita fatto da fotografie e scrittura.
• Gli incontri di gruppo durante i quali ci si focalizzerà sulla ricorrenza di certi modi di pensare ed agire, sullo sviluppo ed esplorazione della propria creatività, si darà una voce a quelle parti di se stessi che altrimenti resterebbero mute, si svilupperà una maggiore conoscenza di sé e dell’altro, si scopriranno le proprie risorse interiori fonte a cui poter attingere per poter incrementare il proprio benessere psico-fisico.

Il laboratorio è aperto a tutti i maggiorenni, non è necessaria alcuna competenza artistica o fotografica, è necessario solo possedere uno smartphone.
La qualità delle fotografie sarà irrilevante: sfocate, mosse, casuali … ogni fotografia è adatta a questo tipo di laboratorio.

Per chi ha già una alfabetizzazione visiva o è esperto in fotografia il laboratorio offre la possibilità di approfondire un modalità diversa sia del linguaggio fotografico che dello sguardo.

Oltre alla fotografia che sarà veicolo di riflessione e cambiamento si utilizzeranno altri medium artistici: disegno, poesia, haiku, collage, role playing, teatro e scrittura creativa.

Condotto da:
Carla Cantore: fotografa e arteterapeuta.
www.carlacantore.com

Per info
cantore.arteterapia@gmail.com
+39 3482774207

search

pages

Share
Link
https://www.carlacantore.com/news-d
CLOSE
loading